giovedì 6 febbraio 2014

MEDIASET PREMIUM le novità del 2014


LE SERIE TV CHE RACCONTANO IL PRESENTE
QUELLE CHE RILEGGONO IL PASSATO E
QUELLE CHE ANTICIPANO IL FUTURO


Dai debutti di "DRACULA" e "MOM" a quelli di "ALMOST HUMAN", "THE ORIGINALS",
“ORPHAN BLACK” e “HOSTAGES”.

UN 2014 SENZA CONFRONTI


Se è vera la tesi che la serie televisive siano diventate uno specchio fedele della realtà, se non addirittura nuova letteratura che rilegge classici e capaci di anticipare il futuro, dando una scorsa ai titoli seriali del 2014 di Mediaset Premium non ci sono più dubbi.

L’offerta delle tv digitali a pagamento di Mediaset è quanto mai varia e appetitosa di temi e spunti ancorati alla realtà anche quando si tratta di grandi classici o ci si proietta in racconti ai confini della realtà.

Ecco di seguito le novità delle reti Mediaset Premium.


MYA
IN ANTEPRIMA ASSOLUTA

DRACULA”, che MYA programma dal 15 marzo in anteprima assoluta. Il cult di Bram Stoker, firmato dalla stessa produzione di “Downton Abbey”, assume un taglio inedito nonostante le molteplici riletture divise tra grande e piccolo schermo. L’ultima in ordine temporale vede Jonathan Rhys Meyers nei panni di Vlad Tepes che, fingendosi un imprenditore americano, si reca nella Londra vittoriana per introdurre la scienza moderna.

La conoscenza della bella Mina Murray (Jessica De Gouw), apparente reincarnazione della defunta moglie Ilona, sconvolgerà i suoi piani. L’aspetto new-romantic e di amor fou prende il sopravvento su una trama che nella consuetudine ha calcato la mano (e i canini) sul tema vampiresco, qui inserendo oltremodo il concetto del demone interiore – Dracula, per l’appunto – che alberga dentro l’animo di un protagonista con la sete, più che di sangue, di vendetta.

Altro titolo già da Top-Tweet ancor prima di partire è “THE ORIGINALS”, in arrivo in prima tv su MYA dal 9 febbraio. Lo spin-off diThe Vampire Diaries”, con le firme DOC di Kevin Williamson e Julie Plec della serie-madre, è ambientato nel quartiere francese di New Orleans e segue le vicende di Klaus (Joseph Morgan), l’ibrido della stirpe dei Vampiri Originali che scopre di aspettare un figlio dalla licantropa Hayley (Phoebe Tonkin). I genitori si rassegnino: i classici teen-drama son quasi estinti come i vampiri all’alba e le storie adolescenziali si innestano su trame che utilizzano i confini della realtà per suggerire che essere “diversi” (vampiri, licantropi o super-eroi che siano) può non solo essere disdicevole ma addirittura cool.


JOY
IN ANTEPRIMA ASSOLUTA

MOM”, in scaletta su JOI dal 28 marzo in prima tv. Anna Faris, regina delle parodie americane al cinema, debutta in una sit-com su misura confezionata da Chuck Lorre, ideatore dell’ipercult “The Big Bang Theory” (altro titolo fiore all’occhiello di JOI). La protagonista, Christy, è una madre single di due figli con un passato di abusi di alcol e droghe che tenta di rifarsi una vita come cameriera. Vista la crisi economica, la nostra si vede costretta, per dividere le spese, a ospitare la madre Bonnie (Allison Janney), anch’essa con un passato turbolento. Le risate in sottofondo sono ispirate da una scrittura a tratti cinica che sfocia nello sferzante all’interno di un microcosmo familiare non del tutto anomalo ai giorni nostri.


PREMIUM ACTION
IN ANTEPRIMA ASSOLUTA

Il futuro immaginato da J.J. Abrams nel nuovo “ALMOST HUMAN” (in partenza su PREMIUM ACTION dal 1 marzo) è in qualche modo alle porte di una società che cambia. Nel 2048 la scienza ha permesso di affiancare ai poliziotti di Los Angeles una serie di androidi del tutto simili agli esseri umani. John Kennex (Karl Urban), detective del dipartimento che si è appena risvegliato dal coma dopo un attentato, si ritrova a pattugliare la città con il collega androide Dorian (Michael Ealy), dalle inaspettate reazioni emotive. Secondo più di un critico, il fatto che il protagonista-robot sia di colore – in piena presidenza Obama – rappresenta una sorta di tacito manifesto dell’integrazione contro il razzismo della diversità. Se Abrams firma la produzione, l’ideazione appartiene a J.H. Wyman, già esperto di “scienza di confine” in “Fringe”.

Che il progresso della scienza sia uno dei nuovi trend seriali lo prova anche l’arrivo in prima tv della serie-evento “ORPHAN BLACK”, in onda su PREMIUM ACTION dal 20 maggio e già inserita dal prestigioso “Entertainment Weekly” tra le “3 miglior serie della stagione”. La storia è quella di Sarah Manning (interpretata dall’astro nascenteTatiana Maslany), una ragazza orfana che, dopo avere assunto l’identità di una persona a lei straordinariamente somigliante, scopre di essere frutto di un esperimento scientifico.

Thriller politico ad alta tensione ambientato alla Casa Bianca è l’inedito “HOSTAGES”, in prima tv su PREMIUM ACTION dall’8 giugno. La dottoressa Ellen Sanders (Toni Collette) è il chirurgo prescelto per operare il Presidente degli Stati Uniti. Prima dell’operazione, la dottoressa e la sua famiglia vengono presi in ostaggio da un agente del FBI che intima alla donna di uccidere il Presidente se vuole salvare i suoi cari. Prodotto da Jerry Bruckheimer, firma DOC di “CSI” e dei procedural più di successo dell’ultima decade.

E il tutto in attesa degli arrivi settembrini di “BELIEVE” altra produzione di J.J. Abrams sugli sviluppi genetici incontrollati della scienza, in arrivo su PREMIUM ACTION.


PREMIUM CRIME
IN ANTEPRIMA ASSOLUTA

Curiosità: nell’era Obama, “IRONSIDE”, remake della celebre serie del 1967 con Raymond Burr, vede il detective protagonista costretto su una sedia a rotelle assumere origini afro-americane, interpretato da Blair Underwood. Al via su PREMIUM CRIME dal 1 maggio.

Nella schiera dei detective a puntate entra in squadra anche l’ispettore inglese Alan Banks (Stephen Tompkinson) di “DCI BANKS”, tratto dalla saga best-seller omonima.

In prima tv dal 27 agosto su PREMIUM CRIME. E il poliziesco “CHICAGO PD” (su PREMIUM CRIME), nuova e attesissima creatura di Dick Wolf di “Law&Order.

Fonte: Comunicato Stampa Mediaset

Nessun commento:

Serie Tv - Lolly Tv

Questo e' un sito amatoriale nato esclusivamente per parlare della serie tv e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore, per questo motivo ogni fonte e' stata opportunamente citata. Qualora eventuali proprietari dei diritti di articoli e/o immagini non gradiscano la presenza sul sito di materiale da loro prodotto e' sufficiente darne comunicazione affinché vengano immediatamente rimossi.