venerdì 13 settembre 2013

SERIE TV FOX 2013-2014

LE NUOVE SERIE FOX

ALMOST HUMAN
Produzione: Bad Robot Productions, Warner Bros. Television
Cast: Karl Urban (“Star Trek”) nel ruolo di John Kennex, Lili Taylor (Six Feet Under) nel ruolo del capitano Sandra Maldonado, Mackenzie Crook (The Office) nel ruolo di Rudy Lom, Mekia Cox(90210) nel ruolo di Anna, Michael Ealy (Common Law) nel ruolo di Dorian, Michael Irby (The Unit) nel ruolo di Richard Paul, Minka Kelly (Friday Night Lights) nel ruolo di Valerie Stahl.
Trama: prodotta dal premio Emmy J.J. Abrams e creata da J.H. Wyman, un telefilm poliziesco action thriller ambientato 35 anni nel futuro, dove i poliziotti fanno coppia con evoluti androidi dalle sembianze umane.


L’anno è il 2048, John Kennex (Karl Urban) è un poliziotto sopravvissuto ad uno dei più catastrofici attacchi contro il dipartimento di polizia. Dopo 17 mesi di coma, non ricorda molto se non che il suo collega è stato ucciso. La sua ragazza, Anna (Mekia Cox), lo ha lasciato dopo l’attacco, e ha perso anche una gamba che gli è stata sostituita da una sofisticata protesi artificiale.
Soffrendo di depressione, atrofia mentale, stress post-traumatico e rigetto per l’appendice artificiale, John torna al lavoro sotto il comando del suo capo da lungo tempo, Sandra Maldonado (Lili Taylor). Per mandato, ogni poliziotto deve ora far coppia con un robot, e nonostante la sua avversione per gli androidi, a John viene assegnato il modello da battaglia MX-43. Ma presto il rapporto verrà malamente terminato, quando il robot scoprirà informazioni incriminanti verso di lui. Ecco quindi che il tecnico Rudy Lom (Mackenzie Crook) gli presenta un androide dismesso a causa dell’eccessiva risposta emotiva, Dorian (Michael Ealy).
Dove l’eccessiva emotività è stata ritenuta difettosa, sarà proprio questo “difetto” a rendere possibile la nascita di un rapporto tra i due: alla fine John è ormai in parte macchina, e Dorian è in parte umano, e questo sarà l’inizio di un’amicizia.
I due cominceranno dunque a lavorare insieme, seguendo le varie missioni di settimana in settimana, mentre sullo sfondo si dipanerà il mistero dietro al terribile attacco.




GANG RELATED
Produzione: 20th Century Fox Television, Imagine Television
Cast: Ramon Rodriguez (Charlie’s Angels) nel ruolo di Ryan Lopez, Terry O’Quinn (Lost) nel ruolo di Sam Chapel, Cliff Curtis (Missing) nel ruolo di Javier Acosta, Inbar Lavi(Underemployed) nel ruolo di Vanessa “Vee” Hicks, Jay Hernandez (Last Resort) nel ruolo di Dante Acosta, RZA (Californication) nel ruolo di Cassius Green, Shantel VanSanten (One Tree Hill) nel ruolo di Jessica Shaw, Sung Kang (“Fast & Furious 5″) nel ruolo di Tae Kim.
Trama: solo coloro che conoscono le strade, possono vincere la battaglia nelle strade.
Ryan Lopez (Ramon Rodriguez) è una stella nascente nell’elitaria task force della polizia di Los Angeles dedita alle gang. Quello che il mondo non sa è che, prima di essere un poliziotto, Ryan era legato ad un potente gang ispanica chiamata Los Angelicos.
Quando il partner di Ryan verrà ucciso a sangue freddo da un noto membro, egli inizierà a far coppia con il collega Cassius Green (RZA), da sempre in prima fila nella guerra della città al crimine organizzato.
In questa lotta tra legge e gang, vedremo come ogni malvagio ha una causa nobile, e come ogni eroe abbia un lato oscuro.
Nonostante la sua nuova vita, Ryan ha infatti ancora collegamenti con il passato, in particolare con il boss Javier Costa (Cliff Curtis) che per lui è stato come un padre, e che ha organizzato dietro le quinte il suo ingresso nelle forze. Questo segreto è stato mantenuto per dieci anni da Ryan, Javier e da suo figlio, Carlos (Rey Gallegos), nonchè amico di infanzia di Javier.
Con la task force ormai come sua nuova famiglia, incluso il capo Sam Chapel (Terry O’Quinn), Ryan dovrà presto decidere da quale lato stare, e verso chi riporre la sua lealtà.


RAKE
Produzione: Essential Media, Fedora Entertainment, Sony Pictures Television
Cast: Greg Kinnear (I Kennedy) nel ruolo di Keegan Joye, Bojana Novakovic (“Drag Me to Hell”) nel ruolo di Mikki, David Harbour (“Quantum of Solace”) nel ruolo di David Potter, John Ortiz(Luck) nel ruolo di Ben Meagher, Miranda Otto (Cashmere Mafia) nel ruolo di Maddy, Necar Zadegan (Emily Owens, M.D.) nel ruolo di Scarlet Meagher, Tara Summers (Ringer) nel ruolo di Leanne Zander.
Trama: Greg Kinnear, premio Oscar e vincitore di un Emmy, fa il suo debutto fisso in televisione con un remake di un popolare comedy-drama australiano.
Il mondo caotico di un brillante avvocato della difesa dal temperamento auto-distruttivo e totalmente incapace di riflettere prima di dire tutto quello che gli passa per la testa: da bigami a cannibali, i suoi clienti preferiti sono quelli senza speranza, anche se forse non si rende conto che è lui il caso più disperato di tutti.
Nell’arco di un giorno, Keegan Dean viene chiamato in molti modi: l’ex-moglie lo definisce “inaffidabile”, il figlio lo chiama “amico”, molti giudici lo definiscono “oltraggioso”, per il suo ex spacciatore è solo “una tragica perdita”.
Brillante, affascinante in maniera quasi frustrante, e con zero filtri, Keegan è frutto dei grandi vizi della vita.
La sua mancanza di discrezione assoluta e l’inabilità a censurarsi, lo portano ad accettare sempre casi disperati. Ma dietro giace un ottimismo risoluto e un credere nella giustizia, che lo salvano spesso dai tanti elementi auto-distruttivi che piagano la sua vita, come l’indulgenza in vari eccessi che includono le donne e il gioco.
Keegan prende la maggior parte dei suoi casi da Ben (John Ortiz), suo migliore amico fin dall’infanzia.
Oltre ai casi, la serie segue le sue tribolazioni personali, inclusi i crescenti debiti da gioco e le varie relazioni con donne, tra cui spicca Melissa “Mikki” Partridge (Bojana Novakovic), sua prostituta favorita e – de facto – interesse amoroso.
Tra la sempre devota assistente Leanne (Tara Summers), l’ex moglie (Miranda Otto) che gli fa da terapista, e il figlio Finn (Ian Colletti) che sembra già seguire le sue orme, Keegan tende a svegliarsi ogni giorno acciaccato fisicamente, emotivamente, spiritualmente. E in genere è sempre una combinazione delle tre cose.


SLEEPY HOLLOW
Produzione: 20th Century Fox Television, K.O. Paper Products
Cast: Tom Mison (Parade’s End) nel ruolo di Ichabod Crane, Nicole Beharie (The Good Wife) nel ruolo di Abbie Archer, John Cho (FlashForward) nel ruolo di Andy Dunn, Katia Winter(Dexter) nel ruolo di Katrina Crane, Orlando Jones (“Evolution”) nel ruolo di Frank Irving, Clancy Brown (“Cowboys & Aliens”) nel ruolo di August
Trama: se improvvisamente vi svegliaste da un sonno di 250 anni, per scoprire che il mondo sta per finire e voi siete l’unica speranza, come vi sentireste?
Scritta da Alex Kurtzman e Roberto Orci (già dietro a Fringe, e alle saghe cinematografiche “Star Trek” e “Transformers”), una nuova serie action-adventure che rilegge il classico “La leggenda della Valle Addormentata” di Washington Irving.
Ichabod Crane (Tom Mison) torna in vita due secoli e mezzo avanti nel tempo, per scoprire che il mondo è ora sull’orlo della distruzione e lui rappresenta l’ultima speranza. Costretto a far coppia con una moderna poliziotta (Nicole Beharie), dovrà dipanare un mistero che risale fino ai tempi dei padri fondatori.
Insieme a Ichabod, si è risvegliato anche il terribile cavaliere senza testa, che sta tormentando Sleepy Hollow con i suoi efferati omicidi.
Legato al cavaliere da una maledizione lanciatagli durante la rivoluzione americana, Ichabod realizzerà presto che fermarlo sarà solo l’inizio, dato che egli non è altro che il primo dei Cavalieri dell’Apocalisse.
Nel tentativo di adattarsi nella nuova realtà, scoprirà una città e un mondo che fatica a riconoscere. Dopo la morte dello sceriffo August (Clancy Brown), la detective Abbie Mills userà la sua esperienza nel soprannaturale per vendicare la morte di colui che era come un padre, e forgerà un’alleanza proprio con Ichabod. A ostacolarli, il capitano Frank Irving (Orlando Jones), che non crede a una parola di quello che raccontano.
I due dovranno quindi combinare le rispettive abilità – la conoscenza di lui dei segreti della storia americana e le moderne abilità da profiler di lei – per venire a capo del complicato puzzle che include anche la sua associazione alla Massoneria e le visioni della defunta moglie Katrina (Katia Winter), così da riuscire proteggere il futuro di Sleepy Hollow e dell’intera umanità.



WAYWARD PINES
Produzione: FX Productions
Cast: Matt Dillon (“Crash”) nel ruolo di Ethan Burke
Trama: miniserie basata sul libro best seller “Pines” di Blake Crouch, e prodotta da M. Night Shyamalan (“Il sesto senso”).
Wayward Pines: immaginate la perfetta città americana con belle case, prati curati e bambini che giocano sicuri per le strade. Ora immaginate di non poter essere in grado di andarvene, senza la possibilità di comunicare o lasciare la città. Potreste impazzire.
L’agente dei servizi segreti Ethan Burke (Matt Dillon) arriva a Wayward Pines per investigare sulla scomparsa di due colleghi, Kate Wilson e Bill Evans. Lui è l’uomo ideale per questo compito, dal momento che il suo rapporto con la Wilson andava ben al di là del lavoro, arrivando quasi a distruggere il suo matrimonio. Kate è stata poi trasferita, e Ethan pensava di non rivederla più, questo fino alla notizia che lei e il collega sono scomparsi senza lasciare traccia dalle parti di Wayward Pines. Arrivato di fronte a un cartello che dà il benvenuto nella cittadina, Ethan viene però investito con la sua auto da un camion: si risveglia in ospedale, dove ricorda tutto e anche il motivo per cui si trova lì, ma non ha più con sé portafogli, documenti o cellulare per mettersi in contatto con i suoi superiori. E nessun telefono in città sembra funzionare.
Intanto, a casa, la moglie Theresa viene informata che il marito è sparito senza lasciare traccia, con l’auto ritrovata vuota su una strada vicina a Wayward Pines. La donna partirà quindi con una ricerca personale per scoprire che fine abbia fatto, mentre Ethan cercherà di risovere i tanti misteri che si vanno sommando, tra tutti: cosa c’è che non va a Wayward Pines?

LE NUOVE SIT-COM FOX


BROOKLYN NINE-NINE Produzione: 3 Arts Entertainment, Universal Television Cast: Andy Samberg (“Saturday Night Live”) nel ruolo di Jake Peralta, Andre Braugher (Men of a Certain age) nel ruolo di Bob Holt, Joe Lo Truglio (“Nudi e felici”) nel ruolo di Charles, Melissa Fumero (Una vita da vivere) nel ruolo di Amy Santiago, Stephanie Beatriz (Modern Family) nel ruolo di Rosa Diaz, Terry Crews (The Newsroom) nel ruolo di Terry Jeffords, Chelsea Peretti(Parks and Recreation) nel ruolo di Gina Linetti.
Trama: dai produttori/sceneggiatori di Parks and Recreation, una nuova comedy ad ambientazione lavorativa con protagonisti i premi Emmy Andy Samberg e Andre Braugher.
Jake Peralta (Andy Samberg) è un detective che non prende nulla sul serio, ma presto dovrà fare i conti con il nuovo capo, un tipo da manuale che lo costringerà a crescere.
Peralta è un poliziotto sufficientemente in gamba da non aver mai dovuto lavorare sodo o seguire le regole molto da vicino. Forse per il suo alto numero di arresti rispetto ai colleghi, si è sempre cullato per tutta la sua carriera. Questo fino all’arrivo del nuovo ufficiale al comando, il capitano Ray Holt (Andre Braugher), che ricorda sempre il dovere del poliziotto di rispettare il distintivo.
Jake può aver catturato più criminali, ma la detective Amy Santiago (Melissa Fumero) gli è ormai vicino, e lei ha l’esatta idea di quanti ancora ne servono per chiudere il gap. Essendo cresciuta con sette fratelli tutti poliziotti, ed essendo la prima donna in famiglia a mettere l’uniforme, questo basta per far capire quanto sia competitiva… su tutto!
A completare il distretto 9-9 di Brooklyn, ci sono il sergente Terry Jeffords (Terry Crews), il detective Charles Boyle (Joe Lo Truglio), la detective Rosa Diaz (Stephanie Beatriz) e la segrataria Gina Linetti (Chelsea Peretti).
Tutti insieme interrogano sospetti, arrestano ladri e risolvono omicidi, cercando di proteggere la gente di Brooklyn.



DADS Produzione: 20th Century Fox Television, Fuzzy Door Productions Cast: Giovanni Ribisi (“Ted”) nel ruolo di Warner, Seth Green (I Griffin) nel ruolo di Eli, Peter Riegert (Damages) nel ruolo di David, Martin Mull (Due uomini e mezzo) nel ruolo di Crawford,Vanessa Lachey (“Wipeout” nel ruolo di Camila, Tonita Castro (Go On) nel ruolo di Edna,Brenda Song (Scandal) nel ruolo di Veronica
Trama: nuova comedy ideata dal genio e premio Emmy Seth MacFarlane (“Ted”, “I Griffin”)
Onora il padre. Più facile a dirsi, specie quando il tuo genitore senza un soldo vive nella tua casa, rovinando la tua vita.
Warner (Seth Green) e Eli (Giovanni Ribisi) sono due 30enni colleghi di successo, nonché amici d’infanzia, la cui vita verrà stravolta quando i rispettivi padri da incubo si trasferiranno a casa loro. I due sono i co-fondatori di una compagnia di successo che sviluppa videogiochi.
Warner è sposato con due figli, due cani e una bellissima casa. Nonostante il successo, è sempre un fascio di nervi, preoccupato che il prossimo stipendio possa essere l’ultimo. Lui e Eli hanno avuto l’idea della compagnia mentre fumavano al college, e Eli è rimasto fumato sin da allora.
Al contrario di Warner, la vita di Eli è un po’ più ingarbugliata, con brevi tentativi di auto-migliorarsi. Quello che gli manca in coraggio, gli manca anche in fibra morale.
Nonostante le differenze nelle loro vite, i due sono così amici e vicini, più che in un matrimonio. E la loro relazione è ora ancora più complicata con l’arrivo dei propri genitori invadenti. Le nevrosi di Warner derivano in gran parte dall’essere cresciuto in una famiglia la cui stabilità economica variava molto di anno in anno, in base ai vari tentativi per far soldi del padre, Crawford (Martin Mull). L’uomo si descrive come “uomo di affari”, e ancora crede ottimisticamente e fermamente che la fortuna sia dietro l’angolo. Vivendo a casa del figlio e della sua bellissima moglie Camila (Vanessa Lachey), Crawford spende al di là delle proprie possibilità e si lancia in grandi iniziative che non può permettersi, e di cui Warner dovrà pagare ogni volta il conto.
Il papà di Eli, David (Peter Riegert), è un vero monumento alla negatività. In egual parte tirchio e irritabile, esprime sempre delusione verso il figlio, il quale in segno di ribellione spende un sacco di soldi. Dopo aver avuto momenti difficili, David si rivolge a Eli, che lo biasima per i suoi problemi a sistemarsi. Infatti la relazione più lunga che abbia mai avuto con una donna è quella con Edna (Tonita Castro), la donna delle pulizie.
L’invasione dei papà darà ai due amici la sfida più grande da affrontare, nel tentativo di tenerli in riga.



ENLISTED
Produzione: 20th Century Fox Television
Cast: Geoff Stults (Il risolutore) nel ruolo di Pete Waits, Chris Lowell (Private Practice) nel ruolo di Derrick Waits, Angelique Cabral (La Valle dei Pini) nel ruolo di Jill Perez, Parker Young(Suburgatory) nel ruolo di Randy Waits, Keith David (The Cape) nel ruolo di Cody Wallace.
Trama: tre fratelli, un esercito, ma nessuna guerra!
Il sergente Pete Waits (Geoff Stults), al ritorno dall’Afghanistan dopo un errore che pregiudicato la sua carriera, dovrà affrontare la missione più difficile: guidare una piccola base militare della Florida dove stazionano anche i suoi due fratelli, Derrick (Chris Lowell) e Randy (Parker Young).
Derrick, il fratello di mezzo, è sarcastico e sveglio: gli piace mettersi nei guai e non ha una vera passione per l’esercito.
Per Randy, questo rappresenta invece il suo sogno: iper-entusiasta, iper-sciocco, iper e basta, vuole essere il perfetto “G.I. Joe”.
I tre fratelli svolgono il servizio nel distaccamento D, un’unità che raccoglie i soldati che non sono così bravi da andare oltreoceano, ma nemmeno così scarsi da essere cacciati dall’esercito. Tra i loro incarichi: prendersi cura delle famiglie dei soldati che stanno dall’altra parte del mondo, portare loro notizie – anche quelle più dolorose – e assisterli nel caso.
Tra rubare serbatoi, inventare nuovi drinking game e far saltare per sbaglio camion, i tre scopriranno inavvertitamente il segreto per ritrovare il loro rapporto fraterno che avevano perso da tempo.



US &THEM
Produzione: Baby Cow Productions, BBC Worldwide Productions, Sony Pictures Television
Cast: Jason Ritter (Parenthood) nel ruolo di Gavin, Alexis Bledel (Una mamma per amica) nel ruolo di Stacey, Ashlie Atkinson (Rescue Me) nel ruolo di Nessa, Dustin Ybarra (Californication) nel ruolo di Chris, Jane Kaczmarek (Malcolm) nel ruolo di Pam, Kerri Kenney-Silver (Reno 911!) nel ruolo di Gwen, Kurt Fuller (Psych) nel ruolo di Michael, Michael Ian Black (Ed”) nel ruolo di Brian.
Trama: quando due persone finalmente stanno insieme, non ci arrivano mai da sole.
Una comedy, basata su una serie inglese, incentrata sui due innamorati Gavin (Jason Ritter) e Stacey (Alexis Bledel) che, conosciutisi su Facebook, decideranno finalmente di incontrarsi dal vivo. Ma la strada verso la felicità sarà messa a dura prova dalla cerchia dei loro amici più cari. Gavin è un copywriter farmaceutico di New York: nevrotico stile Woody Allen, look indie, non si è mai innamorato.
D’altro canto, Stacey è un’impiegata che vive in Pennsylvania: ragazza dall’arguzia sottile, è stata già fidanzata.
Nei passati sei mesi, i due hanno flirtato online, e ora hanno finalmente deciso di incontrarsi, ma i loro amici e familiari decideranno a loro volta di fare un doppio appuntamento di “sicurezza”.
Dalla parte di lui, Chris (Dustin Ybarra), Nessa (Ashlie Atkinson) e i genitori (Jane Kaczmarek e Kurt Fuller); dalla parte di lei, la madre vedova Gwen (Kerri Kenney-Silver) e lo zio Brian (Michael Ian Black). Tutti saranno nervosi per questa relazione a distanza, e per le possibili conseguenze.
E quando tutti questi personaggi collideranno, la domanda sarà non se i due riusciranno stare insieme, ma come faranno a stare insieme. Dopotutto, è già complicato abbastanza far funzionare una relazione, ma la più grande complicazione sono gli amici e la famiglia che sono inclusi con essa.



SURVIVING JACK
Produzione: Doozer Productions, Warner Bros. Television
Cast: Christopher Meloni (Law & Order: Unità speciale) nel ruolo di Jack Dunlevy, ??? nel ruolo di Joanne Dunlevy, Claudia Lee (Hart of Dixie) nel ruolo di Rachel Dunlevy, Connor Buckley(Deception) nel ruolo di Frankie Dunlevy, Kevin Hernandez (“Viaggio in paradiso”) nel ruolo di George, Tyler Foden nel ruolo di Mikey.
La prevista protagonista Alex Kapp Horner (Joanne) ha lasciato il progetto.
Trama: basata su un best seller vagamente autobiografico di Justin Halpern, una comedy di formazione con protagonista Chris Meloni.
Un padre sa cosa è meglio… più o meno!
1990, nella California meridionale un ragazzo diventa un uomo, e un uomo diventa padre, ai tempi in cui crescere era qualcosa che non si cercava ancora su Google.
Jack Dunlevy (Christopher Meloni) è un ex militare e oncologo: fino ad ora è stato il classico genitore che usciva la mattina presto, tornava tardi, cenava, magari urlava un po’ ai figli, e quindi andava a dormire. Ma ora, la moglie Joanne vuole tornare a studiare legge, e toccherà quindi a lui badare ai figli, facendo da genitore a tempo pieno per la prima volta nella sua vita.
Frankie (Connor Buckley) è il loro figlio teenager: ha appena iniziato il liceo, è insicuro e vuole sempre stare lontano dai riflettori. Ma nel corso dell’estate è cresciuto, riesce a vincere a baseball e inizia a far colpo sulle ragazze, tutte cose che finiscono per metterlo sempre più spesso in situazioni imbarazzanti.
Fortunatamente, ogni volta ora ci sarà suo padre Jack, nella maniera meno gentile possibile, a cercare di risolvere le situazioni e a rimettere insieme i pezzzi.
Nonostante i modi di Jack siano infatti non ortodossi, senza filtri, e spesso poco gentili nell’approccio, le sue intenzioni sono comunque buone. E nel bene o nel male, ora è l’unica risorsa di Frankie.
Da tenere a bada, c’è anche la figlia Rachel (Claudia Lee), una ragazzina di 17 anni estremamente intelligente.
Solo il tempo dirà se l’imprevedibile modo di fare il genitore di Jack riuscirà a tenere i figli fuori dai guai, o se Joanne dovrà lasciare i suoi studi per tornare a casa. Fino ad alllora, Jack è finalmente il padre che i fratelli Dunlevy hanno sempre voluto, almeno la maggior parte delle volte.




MURDER POLICE
Produzione: Bento Box Animation, 20th Century Fox Television
Cast: Jason Ruiz dà la voce a Manuel Sanchez, Will Sasso (“MADtv”) dà la voce a Tommy Margaretti, Chi McBride (Golden Boy) dà la voce a Randall Hickox, Jane Lynch (Glee) dà la voce a Justice, Phil LaMarr (I Griffin) dà la voce a Donel, Peter Atencio dà la voce a John Rushour,Justina Machado (Private Practice) dà la voce a Rosa
Trama: nuova serie animata di David A. Goodman (“I Griffin”) e Jason Ruiz che espande i confini del genere poliziesco come solo l’animazione può fare.
La serie segue un detective inetto e i suoi colleghi – alcuni pervertiti, alcuni corrotti, altri semplicemente pigri – nel  contorto distretto di una città.
Manuel Sanchez (Jason Ruiz) è un poliziotto nevrotico e sfigato che aspira ad essere un buon uomo della legge, ma i cui tentativi di risolvere i crimini vengono costantemente messi alla prova dalla sua sbadataggine e dall’incompetenza dei colleghi, che includono il partner sul campo Tommy Margaretti (Will Sasso), il detective Randall Hickox (Chi McBride), la nuova arrivata Justice (Jane Lynch), il poliziotto sotto copertura Donel (Phil LaMarr) e il capitano John Rushour (Peter Atencio), che li supervisiona tutti.
Questi poliziotti possono essere mediamente interessati alle vittime dei crimini, ma rimangono completamente ossessionati da chi ha “distrutto” il bagno. Nonostante questo, dove c’è un mistero, Manuel troverà il modo di risolverlo.
 
Fonte: Antonio Genna

Nessun commento:

Serie Tv - Lolly Tv

Questo e' un sito amatoriale nato esclusivamente per parlare della serie tv e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore, per questo motivo ogni fonte e' stata opportunamente citata. Qualora eventuali proprietari dei diritti di articoli e/o immagini non gradiscano la presenza sul sito di materiale da loro prodotto e' sufficiente darne comunicazione affinché vengano immediatamente rimossi.