lunedì 24 settembre 2012

Emmy Awards 2012 and The Winner is...
Video di apertura, immagini e lista dei vincitori

Anche questi 64esimi  Emmy Awards sono ufficialmente entrati negli annali della storia. Assegnati questa notte in diretta sulla ABC (stessa diretta anche da noi per gli abbonati Sky, sul canale SKYUNO) presso il Nokia Theatre di Los Angeles e condotti da un energico Jimmy Kimmel. Cerimonia quella degli Emmy quest'anno che si è contraddistinta per il solito mix di perenni vincitori (The Daily Show), per delle belle novità (Claire Danes freasca vincitrice per la categoria Best Actress in a Drama), e soprattutto, qualcuno ha ascoltato le mie preghiere ed ha finalmente detronizzato l'esagerato dominio di Mad Man (grazie a quella perla di Homeland) accorgendosi che esiste qualcos'altro.

Infatti, se il versante Comedy resta (giustamente) ben saldo anche quest'anno nelle mani dell'eccezionale Modern Family, la categoria Drama ha visto l'ambito premio passare nelle mani di un nuovo vincitore, rappresentato dalla novità di questa ultima annata: Homeland. Serie tv, quest'ultima, che ha oltremodo fatto incetta di premi, aggiudicandosi con assoluto merito anche le categorie Miglior attore di una serie drama, Miglior attrice di una serie drama, Miglior sceneggiatura per una serie drama, Miglior Casting per una serie drammatica e SINGLE-CAMERA PICTURE EDITING per una serie drammatica.

 

Miseramente fallito, invece, il tentativo di American Horror Story di vincere a mani basse spostandosi strategicamente nella categoria Miglior miniserie o film-tv, accontentandosi di portare a casa un singolo premio per la bellissima Jessica Lange per il ruolo di Constance Langdon, nella categoria Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film-tv.

Vediamo insieme il video di apertura degli Emmy Awards 2012, alcune immagini e la lista dei vincitori nelle categorie più importanti. 


SilvioMacca108's Emmy Awards 2012 The Winner is album on Photobucket
Miglior Drama:
Homeland (Showtime)

Miglior Comedy:
Modern Family (ABC)

Miglior miniserie o film-tv:
Game Change (HBO)

Miglior attore di una serie drama:
Damian Lewis, per il ruolo di Nicholas Brody “Homeland” (Showtime)

Miglior attrice di una serie drama:
Claire Danes, per il ruolo di Carrie Mathison in “Homeland” (Showtime)

Miglior attore di un serie comedy:
Jon Cryer, per il ruolo di Alan Harper in “Due uomini e mezzo” (CBS)

Miglior attrice di una serie comedy:
Julia Louis-Dreyfus, per il ruolo di Selina Meyer in “Veep” (HBO)

Miglior attore in una miniserie o film-tv:
Kevin Costner, per il ruolo di William Anderson Hatfield in “Hatfields & McCoys”

Miglior attrice in una miniserie o film-tv:
Julianne Moore, per il ruolo di Sarah Palin in “Game Change” (HBO)

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film-tv:
Tom Berenger, per il ruolo di Jim Vance in “Hatfields & McCoys,” History

Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film-tv:
Jessica Lange, per il ruolo di Constance Langdon in “American Horror Story,” FX

Miglior attore non protagonista in un drama:
Aaron Paul, per il ruolo di Jesse Pinkman in “Breaking Bad” (AMC)

Miglior attrice non protagonista in un drama:
Maggie Smith, per il ruolo di Violet Crawley in “Downton Abbey” (Itv)

Miglior attore non protagonista in una comedy:
Eric Stonestreet, per il ruolo di Cameron Tucker in “Modern Family” (ABC)

Miglior attrice non protagonista in una comedy:
Julie Bowen, per il ruolo di Claire Dunphy in “Modern Family” (ABC)

Miglior show d’animazione:
I Pinguini di Madagascar (Nickelodeon)

Miglior regia per una serie drama:
Tim Van Patten, per l’episodio “To The Lost” di “Boardwalk Empire” (HBO)

Miglior regia per una serie comedy:
Steven Levitan, per l’episodio “Segreti di famiglia” di “Modern Family” (ABC)

Miglior regia in una miniserie o film-tv drama:
Jay Roach, regista per "Game Change", HBO

Miglior sceneggiatura per una serie drama:
Alex Gansa, Howard Gordon e Gideon Raff per l’episodio “Eroe di guerra” di “Homeland” (Showtime)

Miglior sceneggiatura per una serie comedy:
Louis C.K. per l’episodio “Pregnant” di “Louie” (FX)

Miglior sceneggiatura per una una miniserie o film-tv drama:
Danny Strong, sceneggiatore di "Game Change", HBO

Nessun commento:

Serie Tv - Lolly Tv

Questo e' un sito amatoriale nato esclusivamente per parlare della serie tv e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore, per questo motivo ogni fonte e' stata opportunamente citata. Qualora eventuali proprietari dei diritti di articoli e/o immagini non gradiscano la presenza sul sito di materiale da loro prodotto e' sufficiente darne comunicazione affinché vengano immediatamente rimossi.