martedì 7 agosto 2012

'The Mentalist' qualche dettaglio sulla stagione 5
Un Patrick Jane più dark e Red John finalmente rivelato

Dopo sei mesi "rilassanti" in quel di Las Vegas, la quarta season finale di The Mentalist ci ha mostrato un Patrick Jane pericolosamente tanto vicino ad incontare Red John, come mai prima d'ora - o almeno così si pensava, e di nuovo siamo stati disillusi (ricordate il finale di terza stagione?). Anche se ogni possibilità di poter arrivare a Red John sembra adesso vanificata, dopo l'ultimo importante tentativo fallito, non bisogna dimenticare che adesso il CBI ha in custodia Lorelei, una delle complici più vicine alla cerchia di John il Rosso.
Jane sarà in grado di "farla cantare come un uccellino" nella prossima stagione?

Parlando con Entertainment Weekly, il creatore della serie Bruno Heller ha anticpato di che tinte si macchierà il futuro di Patrick Jane (Simon Baker) nella stagione 5, e di quanto queste tinte dark coincideranno con l'avvicinamento di Jane verso il lato oscuro e negativo della sua vendetta; anticipando anche il passaggio di The Mentalist alla Domenica sera, di come alcuni fan potrebbero essere delusi quando l'identità di Red John verrà finalmente svelata, e di molto altro ancora.



















Con Lorelei (Emmanuelle Chriqui), saldamente in custodia al CBI, i fan sono adesso in attesa di vedere quale atteggiamento adotterà Jane al fine di ottenere le informazioni per arrivare a Red John. Anche se l'eperienza pregressa ci insegna che i complici di Red John hanno avuto vita brevissima dopo la loro cattura, Heller ci dice che "spera" di mantenere in vita Lorelei il più possibile - o quantomeno si spera abbastanza a lungo per portare Jane vicino all'identità di John il Rosso.

Sicuramente le teniche interrogatorie di Jane sono lonani anni luce dall'essere paragonate a quelle di Jack Bauer (24), ma Heller dice che i fan vedranno il lato oscuro di Jane nella prossima stagione:
"... sicuramente Jane non si trasformerà in "No More Mr. Nice Guy", ma certamente andremo a vedere un pò più di quel lato oscuro, che alberga in lui.
Lo show non ha intenzione di trasformarsi in una serie dark, ma con Patrick Jane mostreremo queto colore e le sue sfumature. Ci stiamo avvicinando al vero 'The Mentalist'."














Detto questo, non aspettatevi di vedere rivelata tanto presto la vera identità di Red John. Semmai, si richiederà almeno altre due stagioni prima che si verifichi 'la rivelazione'. Anticipare gli umori e le delusioni di alcuni fan della serie è parte dei compiti di Heller, e infatti - mettendo le mani avanti - anticipa di sapere già che più di qualcuno sarà fortemente deluso quando la vera identità di Red John verrà finalmente svelata:
"...se con la stagione 5 apriremo una porta esclamando “tah-dah!”, qualcuno poi potrebbe disapprovare non vedendo quello che si aspettava. Il trucco sta - e questo si sa - nel portare il pubblico nell'ingigantire ed enfatizzare la figura del cattivo, solo che quando questi solitamente viene smascherato, la reazione è sempre quella di dirsi: "È lui? Tutto qui?" Questo perché ci si dimentica che anche Red John è in definitiva solo un uomo - ogni volta che vedi i più pericolosi criminali ridotti in carne ed ossa, è sempre una sorta di delusione. Ho ancora due stagioni per realizzare tutto questo. E posso garantire che le persone saranno deluse.

Red John è qualcuno che potresti aver già visto."
Quando si parla di stagioni future, le cose non sono mai facili; ci basti ricordare l'ultima decisione della CBS di cancellare bruscamente CSI: Miami, senza aver fornito ai produttori il tempo necessario per terminare la serie in un modo appropriato. Fortunatamente, The Mentalist non sembra correre lo stesso rischio di CSI: Miami nel prossimo futuro. Ma se accadrà, Heller promette che avranno abbastanza tempo in modo da concludere la serie nel migliore dei modi e nel totale rispetto dei fan.
"E' il mio lavoro riuscire a garantire e ad organizzare un arco finale appropriato per lo show. The Mentalist ha un tale successo, da permettere di sapere in anticipo quando è ora di chiudere i giochi. Quindi non sono per nulla preoccupato."
Naturalmente, con il passaggio alla Domenica sera, qualche fan potrebbe essere preoccupato che la propria serie preferita subisca adesso un'inflessione di scolti nella nuova collocazione. Ma conscio del fatto che la Domenica sera non ha niente a che vedere con la brutta reputazione del famoso Venerdì sera, Heller non appare per nulla preoccupato che i telespettatori possano allontanarsi da The Mentalist ora che verrà collocato nel suo nuovo timeslot.
"Ci sono aspetti di questo lavoro di cui non hai il controllo. Il nostro pubblico ci seguirà e speriamo di trovare anche un pubblico diverso da quello che abbiamo trovato il giovedì sera."
Anche se nessuna sicurezza è ancora certa non conoscendo ancora quali potranno essere i dati auditel di The Mentalist alla Domenica, la decisione della CBS di spostare la serie al week-end rappresenta l'intenzione del Network di espandere la sua programmazione settimanale cercando di innestare nuova linfa attraverso nuovi pilot, invece di concentrarsi esclusivamente su alcuni dei vecchi successi.

Quindi tutti pronti alle novità, incominciando da The Mentalist alla Domenica sera.



fonte: SCREENRANT

1 commento:

Tival ha detto...

Mi piace il Dark :-)

Serie Tv - Lolly Tv

Questo e' un sito amatoriale nato esclusivamente per parlare della serie tv e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore, per questo motivo ogni fonte e' stata opportunamente citata. Qualora eventuali proprietari dei diritti di articoli e/o immagini non gradiscano la presenza sul sito di materiale da loro prodotto e' sufficiente darne comunicazione affinché vengano immediatamente rimossi.