domenica 18 ottobre 2009

Mandy Patinkin parla di Three Rivers e di Criminal Minds su Tv Guide

mandy-patinkin Esclusivo articolo di Lisa Bernhard su TvGuide Mandy Patinkin parla della sua partecipazione come guest star nella serie tv "Three Rivers" e della sua uscita dalla serie tv Criminal Minds e anche Ed Bernero, produttore esecutivo di quest’ultima, dice la sua.
A qualcuno, nei piani alti della CBS, lui piace ancora. Più di due anni dopo la sua partenza dal controverso Criminal Minds, Mandy Patinkin torna nel network con una parte in un episodio del drama sulla donazione degli organi "Three Rivers".
La CBS spera chiaramente che il popolare attore (che ha anche recitato in "Chicago Hope", sempre CBS, da cui è uscito bruscamente), darà una scossa a questo show medico e faccia alzare gli ascolti.
I dirigenti della rete, non avevano idea di come il ruolo fosse giusto per Patinkin. Nei tardi anni '90, l'attore ha subito due trapianti di cornea, uno per ogni occhio e oggi siede nel consiglio di amministrazione della New York Organ Donor Network, un fatto sconosciuto alla CBS, al momento della scelta dell'attore.
La pertinenza della situazione non viene perduta con Patinkin. "Arrivo sul set il primo giorno," dice, "e guardo il mio BlackBerry e c'è una e-mail da parte del consiglio di amministrazione della rete dei donatori, che dice come sono eccitati circa il nuovo show chiamato “Three Rivers”, rispondo alla email e dico, “'Sono ad un passo dal set mentre stiamo parlando' ".
Questa volta è lui il donatore, interpreta un paziente SLA la cui salute è ulteriormente compromessa da un incidente d'auto.
Sebbene “Three Rivers” sia su un network accalappia share, Patinkin dice di essere "assolutamente certo questo spettacolo avrà una vita molto lunga. L'attività di questi show è tendenzialmente trovare pubblico solo per business, ecco tutto. Ma il cuore di questo show è ciò che io credo la televisione debba offrire "
Non è così che si sentiva in Criminal Minds, dove è stato sostituito con Joe Mantegna, dopo che non si è presentato alla riunione di produzione per la premiere della terza stagione nel 2007, citando "divergenze creative".
Silenzio, Patinkin non ha nulla da dire, solo elogi per i suoi ex colleghi.
"Erano alcuni degli attori più belli e di talento con cui io abbia mai avuto il privilegio di lavorare, e mi mancano tutti molto," dice.
Ma un show che punta sui serial killer non era la forma giusta al momento .... Il mio modo di lavorare, bene o male, è quello di portare il materiale alla vita. La mia mente era immersa in immagini da Olocausto sette giorni su sette. Non è che io non farò determinati ruoli in futuro, ma mi limiterò a essere più cauto nelle mie scelte. Sceglierò veramente solo le cose che piacciono a Mandy".
I sentimenti non sono esattamente reciproci sul set di Criminal Minds. "Posso dirvi che lui non manca a nessuno", dice il produttore esecutivo Edward Allen Bernero, che dice che l'ultima volta che ha parlato con Patinkin era appena prima della riunione di produzione, quando l’attore ha detto, "Ci vediamo tra un'ora" e non è più tornato. "Abbiamo inviato la polizia”, dice Bernero. "Abbiamo pensato che avesse avuto un incidente sulla tangenziale per venire a lavorare".
"Ha fatto veramente male ad un sacco di gente", continua Bernero, che sta attualmente lavorando sull' episodio 100 di Criminal Minds, previsto per novembre.
"Stavamo andando verso la nostra terza stagione: una delle stagioni più importanti e nessuno sapeva se [la sua uscita] significava per tutti perdere il lavoro. La cosa è stata gestita molto male. Non sto male per lui, anche se non potrò mai lavorare con lui ancora una volta. Io sono solo orgoglioso di questa [Minds] famiglia. E ripensandoci, wow, ci ha veramente unito tutti ".
Fonte: TVGUIDE
tramite Criminal Minds blog
Traduzione by Tival

Three Rivers nuova serie CBS

three-rivers Dal 4 ottobre va in onda sulla CBS una nuova serie tv dal titolo “THREE RIVERS”. Protagonista della serie Alex O’Loughlin gia’ attore principale di ”Moonlight”.

La serie ha 13 episodi ordinati per la prima stagione ed e’ trasmessa dalla CBS ogni domenica alle ore 21.00

Cast: Alex O’Loughlin, Katherine Moennig, Daniel Henney, Justina Machado, Christopher J. Hanke, Alfre Woodard

Trama: dramma medico che analizza le vite emozionalmente complesse dei donatori d’organi, dei riceventi e dei chirurghi all’importante ospedale in cui ogni momento conta. A guidare la squadra d’élite che si occupa dei trapianti d’organi è il dottor Andy Yablonski (Alex O’Loughlin), popolare con pazienti e colleghi grazie alla sua personalità e al suo sarcasmo. Tra i suoi colleghi ci sono la dottoressa Miranda Foster (Katherine Moennig), dall’indole ribelle e che cerca di non essere inferiore alla reputazione del suo defunto padre chirurgo; il dottor David Lee (Daniel Henney), chirurgo donnaiolo; Ryan Abbott (Christopher J. Hanke), nuovo coordinatore dei trapianti con poca esperienza, che segue il trasporto degli organi dai donatori ai pazienti; la dottoressa Sophia Jordan (Alfre Woodard), brillante capo dell’unità chirurgica; infine, Pam Acosta (Justina Machado), migliore amica ed assistente operativa di Andy.

Fonti:
Antonio Genna
Three Rivers – sito ufficiale

sabato 17 ottobre 2009

Castle nuova serie tv su FoxLife

115162_D_0181Richard Castle e’ il protagonista di “Castle”, nuova serie della Abc che FoxLife (canale 112 di Sky) ha trasmesso in prima tv ieri sera alle 21.

Richard Castle (interpretato da Nathan Fillion, già visto in “Firefly"Buffy" e “Desperate Housewives”), è un noto scrittore che ha raggiunto il successo grazie ad una serie di gialli il cui protagonista è ormai diventato, secondo il suo autore, troppo prevedibile. Ecco perché Castle decide di “ucciderlo” e di cercare nuove fonti di ispirazione che, in effetti, non tardano ad arrivare.

La stessa sera della presentazione del suo ultimo romanzo, a Castle si presenta il detective Kate Beckett (Stana Katic), al lavoro su un caso di una serie di omicidi tutti ispirati a quelli raccontati nei libri dello scrittore. Parte da qui una collaborazione all’apparenza momentanea, ma che è destinata a durare a lungo.

Castle, infatti, trova in Kate l’ispirazione per un nuovo personaggio da raccontare nei suoi romanzi e farà in modo di ottenere la possibilità di affiancare il detective nelle sue indagini per carpirne spunti ed idee narrative. Il tutto senza l’entusiasmo di Kate, che anzi trova la presenza di Castle al suo fianco ingombrante e poco utile.

Se a questo si aggiunge che lui non è il classico scrittore cupo e immerso nei libri, ma ama la bella vita (e le belle donne, come Kate), e’ subito chiaro come la nuova coppia riserverà non poche risate.

Creata da Andrew W. Marlowe, “Castle” ripropone la figura dello scrittore che dalla fantasia passa alla realtà (come Jessica Fletcher faceva ne “La signora in giallo”) adattandola però ai giorni nostri e regalandole più ritmo e ironia. La parte crime viene infatti affiancata da una molto più leggera, che punta tutto sui due protagonisti e le tensioni su cui, cosa che si capisce fin dalla prima puntata, ruoterà tutta la serie (un po’ sullo stile “Bones”).

Castle” non è quindi un poliziesco a tutto tondo, ma col pretesto di appassionare con un caso a puntata fa passare un’ora spensierata anche a chi non è un grande fan di indagini e affini. Un mix che in America si è rivelato vincente: la prima stagione, composta da 10 episodi, ha avuto una media di poco più di dieci milioni di telespettatori, buoni ascolti che si stanno confermando in queste settimane con la seconda stagione.

fonte: tvblog.it

Serie Tv - Lolly Tv

Questo e' un sito amatoriale nato esclusivamente per parlare della serie tv e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore, per questo motivo ogni fonte e' stata opportunamente citata. Qualora eventuali proprietari dei diritti di articoli e/o immagini non gradiscano la presenza sul sito di materiale da loro prodotto e' sufficiente darne comunicazione affinché vengano immediatamente rimossi.