sabato 2 giugno 2007

Link: Carlo Freccero parla dei Telefilm

Carlo Freccero: "I telefilm attuali sono meglio dei tg. Non catturano la realta' ma l'immaginario collettivo, costruiscono uno spaccato della societa' mentre i reality hanno perso l'illusione di verita' ".

Su "Link" un saggio del guru televisivo esalta le nuove serie tv, al di sopra di altri generi.

"In generale i nuovi telefilm americani tendono a costruire uno spaccato della societa'. E lo fanno con una sensibilita', una capacita' di sintesi, molto superiore agli strumenti tradizionali: informazione, reportage, inchiesta sul campo. Non catturano infatti la realta', ma l'immaginario collettivo, sono la spia dell'inconscio che cova sotto il susseguirsi degli eventi quotidiani. In questo senso anticipano le fobie, gli umori, le speranze del pubblico a cui sono rivolti". Così scrive Carlo Freccero, il quale firma uno dei saggi contenuti nel nuovo numero del periodico "Link": presentata in anteprima al recente Telefilm Festival, la pubblicazione edita da RTI e' da poco nelle librerie con un numero interamente dedicato al boom delle serie tv, le quali occupano ormai il 20 dell'intera programmazione dei palinsesti italiani. "Oggi la nostra attenzione non e' rivolta al sociale, al politico, ma al privato, all'individuo, ai meandri della sua mente e all'articolazione dei suoi sentimenti - prosegue Freccero nel saggio a sua firma su 'Link' - Il reality ha perso presto la sua illusione di verita' per mostrare la corda di una sceneggiatura logora, superficiale, spesso volgare e di basso livello culturale. Ci sono reality sull'interazione sociale, sui sentimenti, sui legami amorosi, sulla gestione del corpo, sulla chirurgia estetica. Tutti sembrano scivolare sulla superficie dello schermo senza lasciare tracce. C'e' piu' verita' sul modo di intendere la relazione uomo/donna, all'interno della societa' liquida di oggi, in un serial come Sex and the City che in tutte le confessioni in diretta del reality di oggi. C'e' un'analisi piu' approfondita e inquietante del rapporto con la fisicita' del proprio corpo in Nip/Tuck che in tutti gli extreme makeover che la tv ci propina. La prima caratteristica del neo telefilm americano e' quindi la capacita' di mettere in scena le inquietudini e le crisi dell'immaginario contemporaneo, così come Hollywood metteva in scena l'immaginario ottimista e pragmatista americano degli anni d'oro". Su "Link", Freccero si sofferma ad analizzare i telefilm anche dal punto di vista del linguaggio: "il nuovo telefilm si distingue per la molteplicita' degli intrecci paralleli. Ogni puntata segue piu' personaggi e quindi piu' storie che a tratti convergono o che si sviluppano in parallelo nel corso della narrazione. In 24 questa sincronia degli eventi viene spesso riassunta dalla quadripartizione dello schermo, che inquadra in contemporanea la tensione di quattro personaggi diversi, in gioco su quattro diversi teatri d'azione". A proposito del successo dei serial medici e di "Dr. House" di Italia 1 in particolare, telefilm piu' visto della stagione, Freccero individua alcuni "padri" storici: "Grande successo stanno oggi riscuotendo i medical drama, a cui anche Dr. House appartiene. Ma mentre Dr. House e' un serial medico "puro" che ha per oggetto un campo determinato e superspecialistico della medicina, la diagnostica, gli altri serial sono un classico esempio di ibridazione. In Dr. House l'intreccio e' costruito sulla difficolta' di formulare la diagnosi, non sui sentimenti. House e' un medical puro. Rispetto agli altri rappresenta l'eccezione, la diversita'. Non si basa sull'azione, ma sulla logica. Non da' spazio alla psicologia e al privato dei pazienti. Essi sono corpi, oggetto di studio e di dissezione. Dr. House non e' contemporaneo. E' piuttosto astorico, sovrastorico. La prima volta che ho visto House ho pensato proprio a una contaminazione del genere medico con il genere poliziesco classico, alla Dupin per intenderci, tutto costruito sulla logica e sui passaggi impliciti della sua intuizione. Il personaggio di Poe, capostipite di tutti i successivi investigatori della storia della letteratura, stupisce il lettore con le sue inferenze. La semeiotica e' un sistema di segni involontari, oggettivi. Come Dupin ricostruisce storie a cui non ha presenziato e identita' di cui nessuno lo ha informato. House e' un cacciatore alla ricerca della malattia e con la malattia intraprende una sorta di duello. L'aspetto umano del paziente che gli sta di fronte non gli interessa. A lui interessa il corpo. Il corpo del paziente e' il suo terreno di caccia. House impugna la siringa come un pugnale, con forza e senza grazia, rompe un termometro nel corpo di un paziente, non esita di fronte ad esami invasivi e debilitanti che possono mettere in gioco la salute stessa del malato. Per House la diagnosi e' tutto. Spesso si disinteressa persino della guarigione del malato. Cerca la malattia. Vuole disperatamente identificarla, stanarla. E' la semeiotica medica applicata al territorio, a cui ci hanno abituato serial polizieschi scientifici come CSI e Medical Investigation. Ma House non persegue il crimine o l'epidemia. Segue un suo itinerario mentale, una sua metodologia sospesa tra la eclatante attualita' dei nuovi sussidi diagnostici (TAC, PET eccetera) e l'arcaica sobrieta' di un metodo antico. E' il metodo indiziario utilizzato da Sherlock Holmes nei romanzi di Conan Doyle. E' il metodo analitico con cui Freud, ignorando le spiegazioni dei pazienti, raccoglie lapsus, immagini oniriche, esperienze rimosse per accedere ai segreti dell'inconscio. Nell'epoca del reality e dell'esasperazione delle emozioni, la scienza riduce l'amore a un fatto clinico, uno squilibrio di neurotrasmettitori. O, forse, una malattia".

Ufficio stampa "Link"
Ho ricevuto questa news per e-mail da Leopoldo Damerini

Nessun commento:

Serie Tv - Lolly Tv

Questo e' un sito amatoriale nato esclusivamente per parlare della serie tv e non intende ledere in alcun modo i diritti d'autore, per questo motivo ogni fonte e' stata opportunamente citata. Qualora eventuali proprietari dei diritti di articoli e/o immagini non gradiscano la presenza sul sito di materiale da loro prodotto e' sufficiente darne comunicazione affinché vengano immediatamente rimossi.